Colesterolo in eccesso: i cibi amici della nostra salute

di Glenda Oddi

Il colesterolo è un grasso principalmente prodotto dal nostro stesso organismo attraverso il processo metabolico e solo in minima parte introdotto per via alimentare. La sua valenza non è solo negativa perché è una sostanza fondamentale per il nostro corpo per favorire processi come la formazione della bile nella digestione, la produzione di vitamina D, il mantenimento del sistema nervoso e la produzione di ormoni. Malgrado questo l’eccesiva presenza di colesterolo nel sangue può rappresentare un rischio per la salute. Tra le malattie in cui incide maggiormente abbiamo infarto e ictus, per questa ragione il suo valore deve essere tenuto sotto controllo con attenzione attraverso le analisi del sangue. Spesso la genetica è determinante per spiegare la maggiore o minore tendenza del corpo a produrre colesterolo ma possiamo dare una mano al nostro organismo attraverso un corretto regime alimentare. Tra i cibi che aiutano a ridurre la sua presenza nel sangue abbiamo tutti quelli caratterizzati da un basso contenuto di grassi saturi e con contenuto invece di grassi monoinsaturi (olio d’oliva) o con acidi grassi polinsaturi (salmone, tonno, sgombro ecc.). Questi ultimi due componenti non sono infatti nocivi per la salute. Altre fonti di nutrimento volte ad abbattere i valori del colesterolo sono la frutta, la verdura, i cereali e carni magre (per es. pollo). Gli alimenti da ridurre nel consumo, invece, sono tutti quelli con alta concentrazione di grassi come burro, uovo, insaccati e carni rosse. In cucina è da evitare la pratica della frittura e ricordare di eliminare prima della cottura della carne tutto il grasso visibile e la pelle nel pollame. In ultimo è possibile sostituire nell’esecuzione delle ricette che prevedono uova intere l’albume con aggiunta di tuorli extra. In ultimo una corretta alimentazione dovrebbe essere corredata da una certa attività fisica.

Lascia un Commento