La ricetta della frittata di spaghetti

Frittata di spaghetti: una ricetta tradizionale sempre attuale

Dalla tradizione campana una ricetta facile, veloce, gustosa e… risparmiosa

di Susanna Spinelli



La Frittata di spaghetti è una ricetta campana nata originariamente come piatto di recupero; particolarmente ricca e gustosa nella sua semplicità, era tradizionalmente il piatto che gli operai si portavano al lavoro da casa.

Nel corso del tempo è diventata una specialità al punto che la pasta si prepara appositamente per la frittata. Ci sono infinite varianti per questa gustosa preparazione e la ricetta di seguito è solo uno spunto di partenza.

Sarà la vostra fantasia, o quello che trovate fra gli avanzi del frigo, a modificare gli ingredienti. 
Questo è il procedimento che utilizzo io… a voi ampia libertà!

Per questa ricetta occorrono:
300 gr di spaghetti (io ho usato gli spaghettoni quadrati),
parmigiano grattugiato,
6 uova,
½ bicchiere scarso di latte,
erba cipollina fresca,
100 gr di formaggio che fonde,
olio Extra vergine d’oliva, sale, pepe (q. b.)

Procedimento
Lessate gli spaghetti al dente, scolateli e conditeli con un filo di olio per non farli “attaccare”.
Nel frattempo, in una ciotola battete le uova con il sale, il pepe, il parmigiano grattugiato, il latte, l’erba cipollina tagliuzzata ed il formaggio fondente a dadini.

In una padella antiaderente riscaldate l’olio per cuocere la frittata e versateci gli spaghetti facendoli come soffriggere per due minuti circa.
Versate poi, sopra gli spaghetti, il composto a base di uova scuotendo appena la padella in modo che il composto di uova si uniformi.

Mettete il coperchio sopra la padella e fate cuocere a fiamma moderata per 10 minuti circa senza mai toccare la frittata.
A questo punto, aiutandovi con il coperchio, rovesciate la frittata e fate cuocere per altri 10 minuti anche dalla parte opposta.

In questa seconda fase io non rimetto il coperchio per evitare che si formi troppa umidità e la frittata non risulti bella asciutta.

Una volta gustata… non l’abbandonerete più!|

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.