In inverno la salute è color radicchio!

Scopriamo perché “amaro” è sinonimo di “benessere”

Di Serena Lepri

Povero di calorie perché ricco di acqua, ma ricco di fibre, favolose per regolare l’equilibrio intestinale e provocare senso di sazietà, il radicchio è uno dei principali ortaggi invernali.

Il radicchio rosso offre numerose proprietà benefiche che è bene sfruttare per il nostro organismo, soprattutto in inverno: grazie al suo sapore amaro, donato dalla presenza di composti fenolici, ci permette di combattere i fastidiosi malanni di stagione con i suoi effetti antimicrobici e antibatterici.

Il gusto amaro, tuttavia non sempre apprezzato, è anche un importante attivatore delle secrezioni salivare e biliare e facilita, di conseguenza, la digestione.

Il radicchio contiene, in aggiunta, molti sali minerali, soprattutto calcio e potassio.

Il suo accattivante colore rosso-viola intenso è donato dalle antocianine, composti polifenolici che contribuiscono anch’essi al tipico sapore dell’ortaggio: sono loro che proteggono il cuore e mantengono in salute i vasi sanguigni. Quindi “amaro” è “benessere”!

Il particolare gusto del radicchio può essere sfruttato per giocare in cucina: proviamo a metterlo in contrasto con il dolce dell’uvetta e della cipolla nello “Strudel Salato al Radicchio”.

Ecco la ricetta!

Ingredienti:

  • una sfoglia di pasta brisée
  • mezza palla di radicchio
  • una manciata di uvetta
  • una manciata di pinoli
  • mezza cipolla
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.
  • pane grattugiato q.b.

Procedimento:

lavare e tagliare grossolanamente il radicchio, strizzarlo per bene e farlo appassire per 5-6 minuti in una padella dove precedentemente è stata fatta imbiondire la cipolla tagliata a fettine. Aggiungere i pinoli e l’uvetta e una spolverata di pane grattugiato; aggiustare di sale. Riporre il composto al centro della pasta brisée srotolata, creando una specie di salsicciotto di radicchio, e poi chiuderla a mo’ di strudel. Bucherellare lo strudel e aggiungere sopra un po’ di pane grattugiato a pioggia (così che ricordi lo zucchero di canna del classico strudel). Infornare per 20 minuti a 180°, forno ventilato.

Buon appetito!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.