La mostra Tiziano e la donna nel Cinquecento veneziano

Situata a Palazzo Reale a Milano fino al 5 giugno2022 la mostra, promossa e prodotta dal Comune di Milano e Skira editore con il supporto di Fondazione Bracco come main partner, racconta della donna dipinta da Tiziano e dai suoi contemporanei tra cui Giorgione, Palma il Vecchio, Veronese e Tintoretto.

Insieme alla mostra è previsto anche un libro edito da Skira editore e pubblicato in italiano, tedesco e inglese.

La mostra vanta un centinaio di opere esposte tra cui 47 dipinti di cui 16 di Tiziano, oltre a sculture, gioielli, libri e grafica.

Sono inoltre presenti i ritratti di famosi poeti che paragonarono la ricerca della bellezza all’esaltazione della donna e viene fatta anche un’analisi dell’abbigliamento e delle acconciature presenti nei ritratti esaminando la moda dell’epoca attraverso i tessuti e i gioielli.

Questo perché l’intento della mostra è quello di narrare il ruolo dominante della donna veneziana sia nella pittura che nella vita della Repubblica.

Infatti le donne veneziane dell’epoca godevano di diritti non comuni per l’epoca tra cui quello delle spose di continuare a disporre della proprie dote e di poterla distribuire tra i figli dopo la morte del marito, ed anche se non potevano partecipare alla vita politica o finanziaria rivestivano comunque un ruolo importante nella presentazione dell’immagine legata al cerimoniale pubblico della Repubblica.

Tiziano proprio grazie a questo ruolo che la donna ricopre la pone al centro del suo mondo creativo e le sue immagini sono cariche di grazia, dolcezza, potere di seduzione ed eleganza innata.

Lascia un Commento