Insonnia? I rimedi naturali che possono aiutare

di Glenda Oddi

Il buon riposo è fondamentale per affrontare serenamente la giornata ma spesso questo non è garantito dalla presenza di fattori psicofisici disturbanti. Tra le più frequenti cause di insonnia abbiamo: stress, ansia, depressione, malattie e dolore fisico, menopausa, iperattività della tiroide, assunzione di farmaci. Per far fronte a questa problematica, se non si vuole ricorrere all’uso di farmaci, è possibile optare per rimedi naturali, associandoli anche ad una adeguata alimentazione volta a conciliare il sonno. Alcune piante officinali aiutano infatti a rilassare il sistema nervoso e a favorire l’addormentamento, queste sono: luppolo, valeriana, escolzia, melissa, passiflora, biancospino e tiglio. Si possono assumere in diversi modi, in erboristeria sarà possibile trovarle sotto forma di pasticche, estratti, fiale o essiccate per realizzare tisane o decotti. Affinché questi rimedi diano frutto è fondamentale ricordare che le soluzioni naturali non agiscono in maniera repentina e con la stessa intensità dei farmaci ma allo stesso tempo, a lungo andare, gravano meno sull’organismo in relazione agli effetti collaterali che possono causare (per esempio dipendenza e assuefazione). Per questo motivo si potrà trarre da loro il massimo beneficio sperimentando pazientemente il prodotto naturale più adatto a noi e poi assumendolo con continuità e costanza, possibilmente sempre nello stesso momento della giornata. Se si confida nei fiori di Bach si possono impiegare il white chestnut, l’hornbeam, il walnut, l’impatiens, agrimony, red chestnut. Se preferite invece l’aromaterapia è possibile utilizzare gli oli di lavanda, bergamotto o basilico, che potranno essere sia impiegati per la diffusione ambientale, sia per bagni rilassanti versandoli nella vasca, sia in massaggi terapeutici.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.