Sua maestà il cioccolato in mostra a Perugia all’Eurochocolate 2019

In programma dal 18 al 27 ottobre, la 26 edizione della kermesse umbra è un invito irresistibile per i cultori del “cibo degli dèi”

di Alberto Piastrellini

“Cibo degli Déi”, croce e delizia del palato in grado di scatenare incredibili emozioni ed effetti sull’organismo, adorato da moltissime donne, il cioccolato, da almeno 400 anni domina sui palati arrivando a posizioni dominanti nel comparto dolciario della variegata industria alimentare.

Ne ha fatta di strada la cioccolata; dalla primitiva forma di preparazione in uso fra le popolazioni precolombiane ove solo poche persone di determinate classi sociali potevano “gustare” l’intruglio amarissimo di semi di cacao (Theobroma cacao) sminuzzati e miscelati ad acqua calda a cui si aggiungevano farine e spezie per arrivare alle raffinate preparazioni che dal ‘700 in poi si sono succedute in Europa sino alla creazione del cioccolato come lo intendiamo oggi: in pasta, in barrette, fondenteal latte, in polvere e nelle centinaia di combinazioni e declinazioni diverse che l’arte dolciaria e l’innovazione del gusto hanno permesso.

L’alchimia di aromi e sapori nati dalla combinazione sempre nuova della pasta di cacao, del burro di cacao e della polvere di cacao con zuccherolattemandorlenocciolespezie (peperoncinocannellachiodi di garofanocardamomoanicevanigliapistacchio, ecc.), whisky e rum ma anche aranciociliegiementa e persino il sale marino, ha dato al cioccolato infinite possibilità espressive e incredibili declinazioni che vanno dai semplici biscotti, ai cioccolatini, dai prodotti da forno come torte e sfoglie, ai gelati ai budini e alle creme spalmabili, senza contare le incredibili variazioni sul tema rappresentate da blocchi e tavolette.

Il suo consumo, a causa del piacere scatenato a livello di endorfine, induce benessere e migliora il tono dell’umoreaumentando in taluni anche il desiderio sessuale, e proprio per questo tende a dare dipendenza; tuttavia, al cioccolato vari studi hanno riconosciuto proprietà cardioprotettive (soprattutto quello fondente, perché il latte neutralizza gli effetti di alcuni flavonoidi che hanno effetto antiossidante).

Senza contare che il burro di cacao è molto richiesto dalla cosmetica per la preparazione di creme, rossettilucidalabbra e emollienti e protettivi per le labbra.

Per scoprire i mille segreti del cioccolato e gustare le infinite creazioni che la sapienza artigianale, nel mondo, ha sperimentato con questo alimento, l’appuntamento da non perdere assolutamente in questa prima parte d’autunno è con la manifestazione Eurocholate 2019 (Link: https://www.eurochocolate.com/) in programma a Perugia dal 18 al 27 ottobre

Giunta alla sua 26 edizione, la kermesse perugina che si presenta come “il più grande Festival Internazionale dedicato al cioccolato… Un’originale esperienza golosa tra sculture, degustazioni, animazioni e molte altre attività pensate per il divertimento di grandi e bambini”, Eurochocolate associa il fascino del centro storico della città umbra con l’appealdi un allestimento diffuso e di un ampio ventaglio di offerte in termini di produttori (oltre 130 aziende presenti), prodotti (circa 6.000 referenze), eventi, in grado di catalizzare l’attenzione di oltre 1 milione di visitatori!

L’oggetto iconico dell’edizione 2019 sarà il bottone: “#attaccabottone è infatti il claim della manifestazione che – come sottolineato dal Presidente, Eugenio Guarducci – trascorso il primo quarto di secolo vuole lanciare un nuovo corso dall’imprinting creativo ancora più marcato”.


Non solo una questione di marketing e di immagine, perché al mondo dei bottoni si ispirano tante delle realizzazioni che caratterizzeranno questa edizione: bottoni di cioccolato, naturalmente, foggiati in gusti e dimensioni diverse e ai quali sarà dedicata una vera e propria Piazza dei Bottoni dove gustare non solo nuovi prodotti dolciari a tema, ma anche scoprire usanze e costumi diversi riferiti all’oggetto-icona a partire da mondi e culture lontane, come nel caso del Giappone, dove Eurochocolate è approdato lo scorso Febbraio per la prima edizione di Eurochocolate Osaka.

Al tema del bottone sarà allestita anche la Mostra Buttons, in collaborazione con il Museo del bottone di Santarcangelo di Romagna, aperto nel 2008 dal collezionista Giorgio Gallavotti e con al suo attivo oltre trecentomila visitatori, ed un percorso espositivo che raccoglie oltre dodicimila esemplari che vanno dal 1600 ai giorni d’oggi.

Senza contare, laboratori creativi per grandi e piccini, attività dedicate alle Scuole, e l’imperdibile, tradizionale appuntamento con le Sculture di Cioccolato firmate Barry Callebaut. Domenica 20 Ottobre è in programma la spettacolare esibizione live di veri e propri scultori, trasformerà i maxi-blocchi di cioccolato di circa 1 m3 ciascuno in altrettante opere d’arte rigorosamente a tema.

I blocchi sono realizzati con cioccolato Barry Callebaut “Dolphin” prodotto in uno stabilimento a pochi chilometri dal Centro Storico di Perugia. Ovviamente tutti coloro che assisteranno alla creazione artistica delle Sculture saranno omaggiati con le scaglie di cioccolato che “voleranno” direttamente dai blocchi.

Ce n’è di che occupare un bel week end in Umbria, dove già la cucina locale riserva notevoli sorprese ai palati in cerca di sensazioni perdute mentre arte e urbanistica costituiscono quella sorta di museo diffuso che caratterizza il nostro Paese.

E se poi il tempo dovesse volgere al brutto e le temperature scendere, cosa c’è di meglio di una buona tazza di cioccolata calda per riscaldare il cuore e affrontare l’arrivo dell’inverno?

Si fa per la salute, mica per la gola!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.